C.ne Gianicolense 130/E (Roma)  –  Viale Somalia 40 (Roma) – Tel. 06/58200552

Blog

Dicembre 1, 2022

Come funziona una poltrona relax

Generalmente, le persone trascorrono buona parte della giornata stando sedute: basti pensare ai tragitti in automobile o sui mezzi pubblici, oppure al tempo passato in ufficio ed a casa.

Stando sedute per molto tempo, le persone tendono ad assumere posture scorrette, posizionando la schiena e le spalle nel modo sbagliato, e nel corso del tempo possono avere per questo gravi conseguenze in termini di salute.

Una postura errata, soprattutto se assunta regolarmente, può generare tra gli altri nausea, cefalea, dolori muscolari, difficoltà respiratorie, labirintite e problemi di circolazione.

Appare quindi evidente l’importanza di una postura corretta, ed in questo senso l’acquisto di una poltrona relax rappresenta la scelta migliore: le poltrone elettriche garantiscono infatti l’assunzione di una postura corretta, sostenendo nel modo adeguato la schiena ed il collo.

Le poltrone motorizzate si rivelano utilissime per chi soffre di problemi motori e di deambulazione, perché dotate di un meccanismo che aiuta la persona ad alzarsi senza particolari sforzi.

Le poltrone reclinabili sono realizzate con materiali di qualità, sono comode ed ergonomiche per adattarsi perfettamente al corpo e presentano diverse caratteristiche da tenere in considerazione. Fondamentale è la dimensione (in termini di profondità ed altezza della seduta) che deve essere rapportata alla persona che la utilizzerà (la parte lombare della schiena dovrà essere sostenuta in modo adeguato dallo schienale, senza che vi siano vuoti tra le parti).

Come funziona una poltrona relax?

Il funzionamento viene garantito dalla presenza di uno o due motori elettrici (la differenza riguarda la possibilità di regolare in modo indipendente lo schienale dal poggiapiedi): i modelli con due motori permettono l’utilizzo del poggiapiedi e dello schienale in modo indipendente, mentre i modelli con 1 solo motore attivano entrambi contemporaneamente, senza che vi sia indipendenza tra i due elementi.

Vediamo in dettaglio la differenza tra i due modelli.

  • Le poltrone con un motore prevedono un telecomando con 2 pulsanti, uno per la funzione reclinabile ed uno per ritornare in posizione base. Il meccanismo, in questo caso, attiva contemporaneamente sia lo schienale che il poggiapiedi.
  • Le poltrone con due motori hanno un telecomando con 4 pulsanti, 2 per lo schienale e 2 per il poggiapiedi. Questo assetto garantisce indipendenza tra i due elementi e assicura l’adozione di diverse posizioni.

In entrambi i casi, le poltrone reclinabili assicurano la presenza del poggiapiedi altezza cuore, un meccanismo che permette di portare gli arti inferiori ad un’altezza maggiore rispetto al bacino: in questo modo, le persone che hanno problemi di circolazione riceveranno enormi benefici.

Le poltrone alzapersona presentano inoltre una serie di optional, in grado di aumentare le funzionalità ed il livello di personalizzazione: il roller system (un sistema di sollevamento su 4 ruote facilmente azionabile tramite una leva a scomparsa posta nella parte posteriore della poltrona, utile per spostare la poltrona relax da un ambiente all’altro, anche se la persona è invalida o molto anziana), il kit batteria (un sistema ricaricabile che rende la poltrona autonoma per utilizzarla lontano da una prese di corrente), i braccioli estraibili (consentono il passaggio dalla poltrona al letto e viceversa) ed il tavolino servitore (utile per leggere, scrivere ed utilizzare un PC portatile restando comodamente seduti).

Consigli, Consigli per gli acquisti
About Romana Poltrone
Cart