C.ne Gianicolense 130/E (Roma) – Tel. 06/58200552

Viale Somalia 40 (Roma) – Tel. 06/64815721

Guida all’Acquisto

Guida all’Acquisto

Indice

 

Guida alla scelta della tua poltrona relax

Guida alla scelta della tua poltrona relax

La scelta della tua poltrona relax dipende da tre importanti e semplici fattori, andiamoli a vedere

Dimensioni della seduta della poltrona relax

La considerazione più importante da non lasciare inosservata, è quella di scegliere una poltrona relax che sia di dimensioni consone con la persona interessata, questo è il fattore chiave che vi farà dire “la poltrona è veramente comoda”

Cosa intendiamo per dimensioni della poltrona relax? Intendiamo la dimensione della profondità e l’altezza della seduta, vediamo perché:

Immaginiamo di sederci sù di una qualsiasi poltrona relax, una regola fondamentale è che, la zona lombare della schiena venga perfettamente sostenuta dallo schienale senza lasciare vuoti tra le parti, assumendo così una “corretta postura della schiena”

Benefici:

  • Buon sostegno lombare
  • Alleviamento dei dolori lombari
  • Corretta postura cervicale
  • Corretta posizione delle anche
  • Buona aderenza di tutta la schiena sullo schienale

Al contrario, se tra le parti dovesse esserci del vuoto, quello che si andrebbe a creare è di certo una cattiva postura della zona lombare, dando origini o aumentare problematiche per la quale era stata chiamata in causa proprio l’utilizzo di una poltrona relax, e questo è dato da una seduta troppo profonda rispetto alla dimensione delle gambe della persona

Problematiche:

  • Dolori lombari
  • Dolori cervicali
  • Cattiva postura delle anche
  • Poltrona imbottita con cuscini o rimedi di altro genere

 

Anche l’altezza della seduta svolge una funzione importantissima, infatti una giusta altezza darà modo di poggiare i pedi a terra in maniera corretta

Benefici:

  • Buona circolazione sanguigna nelle gambe
  • Migliore sistema linfatico
  • Godere di una maggiore salute delle gambe.

Al contrario, una seduta troppo alta non darà modo di poggiare i piedi a terra, e quello che si andrà a creare è uno schiacciamento delle vene sottostanti il ginocchio dovuto al peso dell’arto inferiore tenuto a penzoloni

Problematiche:

  • Formicolio dei piedi
  • Abbassamento della temperatura dei piedi
  • Perdita di percezione delle gambe
  • Intorpedimento delle gambe.

Quindi il nostro consiglio per avere gambe belle e leggere è quello di accertarsi sempre che i nostri piedi siano ben poggiati a terra.

 

Funzioni e movimenti relax alza persona, poltrona uno o due motori?

Il secondo punto della scelta di una poltrona relax sono le funzioni e i movimenti, che con il loro moto, soave e silenzioso ci accompagnano in quelle che sono le nostre gesta quotidiane, difficoltose o meno.

  • A prima vista una persona che non è pratica di questi elementi d’arredo si trova in difficoltà perché non riesce a capire la differenza e crede che magari si tratti solo di una questione di potenza, ma che in realtà la differenza principale tra uno o due motori, sta nella possibilità di regolare in maniera totalmente indipendente lo schienale dal poggia piedi.
  • Poltrone relax un motore, hanno il classico movimento sincronizzato, che aziona prima il poggiapiedi, portandolo in posizione orizzontale, e poi reclina lo schienale, naturalmente il sistema lift alza persona è presente.
  • Quando il corpo è in assenza di peso prende naturalmente una posizione in cui la curva naturale della colonna vertebrale è rispettata, e le gambe si elevano leggermente al di sopra del cuore: questa è la cosiddetta posizione Gravità Zero, la tanto celebrata posizione raccomandata dai medici professionisti che garantisce un rilassamento totale e ottimale per tutto il corpo!

 

 

Quali tessuti  scegliere?

Al giorno d’oggi le poltrone relax vengono realizzate in molteplici tessuti , ognuno di proprie caratteristiche, a volte anche con delle procedure innovative che permettono un utilizzo maggiore e più sicuro nel tempo.

  • Tessuto anti macchia o idrorepellente, stiamo parlando di un tessuto trattato in modo che qualunque liquido e grasso venga a contatto con la superficie della poltrona, non penetra all’interno, scivolando via. In questo modo la macchia non si forma e l’alone è facilmente rimovibile con un panno o acqua calda e ammoniaca.
  • Tessuti disponibili, dal cotone alla micro fibra, dalla vera pelle alla simil pelle.
  • La scelta dei colori è naturalmente subordinata allo stile dell’arredamento di casa. Il nostro consiglio è quello di sempre, fate della vostra poltrona relax il gioiello della casa, in modo da poterla spostare tra i diversi ambienti e risultare sempre più che piacevole.

 

Optional

 

Roller system

Se abbiamo necessità di spostare la poltrona relax  da un ambiente all’altro della casa, magari con la persona seduta sopra, allora serve un sistema robusto e in grado di sopportare il peso dell’utente. Per questo motivo è stato studiato il “Roller System”, un sistema di sollevamento  su quattro ruote azionato con molta facilità da una leva a scomparsa posta nella parte bassa posteriore della poltrona.  In questo modo è possibile effettuare sempre degli spostamenti anche se la persona è invalida e comunque, grazie al meccanismo a scomparsa, non viene toccato il lato estetico che risulta sempre piacevole.

Kit batteria

Il Kit Batteria è un sistema ricaricabile che rende la poltrona autonoma, utile per chi ha la necessità di usare una poltrona relax alza persona lontano da una presa di corrente, tale kit riesce a superare l’ostacolo del cavo corrente che limita l’utilizzo e il posizionamento della poltrona relax
Il kit batteria ricaricabile dona alla poltrona autonomia di funzionamento e posizionamento.

Braccioli estraibili

I braccioli estraibili consentono di passare agevolmente dal letto alla poltrona e viceversa, o alla sedia a rotelle, e per consentire l’avvicinamento al tavolo. In molti casi vengono usati per poter rotolare la persona dalla poltrona al letto.

Tavolino servitore

Il tavolino è particolarmente indicato per chi ama leggere, scrivere e utilizzare dispositivi in tutta comodità, poter consumare pasti in tutta comodità.

Puoi vedere tutto il nostro catalogo cliccando Poltrone Relax

 

 

Guida all’acquisto poltrona reclinabile

poltrona reclinabile

Le caratteristiche importanti di una poltrona reclinabile

 

Dedicato a tutti coloro che intendono acquistare una poltrona reclinabile, cercando di capire effettivamente quali sono le differenze tra le mille poltrone disponibili sul mercato.

Iniziamo con l’esaminare una delle caratteristiche salienti delle poltrone reclinabili, ossia scegliere tra una poltrona 1 motore o 2 motori, andiamo a vedere le caratteristiche e differenze:

Poltrona reclinabile con due motori

Sul comando sono presenti 4 pulsanti, 2 dedicati allo schienale, due al poggia piedi, e contemporaneamente alza persona

telecomando-poltrone-reclinabili

 

  • Il meccanismo due motori ha completa indipendenza tra (poggia piedi e schienale)
  • Possibilità di alzare le gambe senza che lo schienale si reclini, opzione che posso eseguire in qualsiasi altro momento, a seconda delle mie esigenze
  • Gambe alzate e schiena dritta
  • Gambe alzate e schienale leggermente reclinato
  • Gambe leggermente alzate e schienale completamente reclinato
  • Insomma una infinità di posizioni, decidete voi.
  • Poggia piedi altezza cuore, meccanismo di ultima generazione, il poggia piedi è in grado di portare gli arti inferiori ad un altezza maggiore rispetto al bacino, questo darà la possibilità a chi necessita di avere una circolazione del sangue e del sistema linfatico favorevole.
  • Posizione Zero Gravity, quando il corpo è in assenza di peso prende naturalmente una posizione in cui la curva naturale della colonna vertebrale è rispettata, e le gambe si elevano leggermente al di sopra del cuore: questa è la cosiddetta posizione Gravità Zero, la tanto celebrata posizione raccomandata dai medici professionisti che garantisce un rilassamento totale e ottimale per tutto il corpo!

 

Poltrona reclinabile con un motore

Sul comando sono presenti 2 pulsanti, uno per la funzione reclinabile, l’altro per tornare in posizione base, ed alza persona.

pulsantiera poltrona reclinabile

  • Il meccanismo un motore, ha un movimento contemporaneo tra schienale e poggia piedi, azionando il motore, con questo meccanismo avrò sempre una corrispondenza tra le due parti,  pulsanti sul comando semplici ed intuitivi.
  • Poggia piedi altezza cuore, meccanismo di ultima generazione, il poggia piedi è in grado di portare gli arti inferiori ad un altezza maggiore rispetto al bacino, questo darà la possibilità a chi necessita di avere una circolazione del sangue e del sistema linfatico favorevole.
  • Posizione Zero Gravity, quando il corpo è in assenza di peso prende naturalmente una posizione in cui la curva naturale della colonna vertebrale è rispettata, e le gambe si elevano leggermente al di sopra del cuore: questa è la cosiddetta posizione Gravità Zero, la tanto celebrata posizione raccomandata dai medici professionisti che garantisce un rilassamento totale e ottimale per tutto il corpo!
  • Le funzioni sopra elencate sono presenti anche nella poltrona reclinabile equipaggiata con un motore.

 

 

 

Poltrona relax per anziani: quale scegliere

Poltrona relax per anziani

Semplici caratteristiche fanno la differenza

 

Quali sono le caratteristiche importanti e fondamentali, che danno alla poltrona relax per anziani quella comodità e soprattutto FUNZIONALITA’ che tanti cercano?

Le caratteristiche più importanti da tenere in considerazione per una poltrona relax per anziani sono:

La profondità della seduta, che dovrà essere proporzionata con le gambe della persona (la seduta viene espressamente fatta su misura) in maniera tale che, quando la persona si siede sulla poltrona, la schiena trovi  sostegno e comfort da parte dello schienale, quel sostegno che darà benessere, e una buona postura alla parte lombare della schiena

Benefici

  • Buon sostegno lombare
  • Alleviamento dei dolori lombari
  • Corretta postura cervicale
  • Corretta posizione delle anche
  • Buona aderenza di tutta la schiena sullo schienale

Al contrario, se tra le parti dovesse esserci del vuoto, quello che si andrebbe a creare è di certo una cattiva postura della zona lombare, dando origini o aumentare problematiche per la quale era stata chiamata in causa proprio l’utilizzo di una poltrona relax, e questo è dato da una seduta troppo profonda rispetto alla dimensione delle gambe della persona

Problematiche:

  • Dolori lombari
  • Dolori cervicali
  • Cattiva postura delle anche
  • Poltrona imbottita con cuscini o rimedi di altro genere

 

Anche l’altezza della seduta svolge una funzione importantissima, infatti una giusta altezza darà modo di poggiare i pedi a terra in maniera corretta

Benefici:

  • Buona circolazione sanguigna nelle gambe
  • Migliore sistema linfatico
  • Godere di una maggiore salute delle gambe.

Al contrario, una seduta troppo alta non darà modo di poggiare i piedi a terra, e quello che si andrà a creare è uno schiacciamento delle vene sottostanti il ginocchio dovuto al peso dell’arto inferiore tenuto a penzoloni

Problematiche:

  • Formicolio dei piedi
  • Abbassamento della temperatura dei piedi
  • Perdita di percezione delle gambe
  • Intorpedimento delle gambe.

Nelle persone anziane una problematica molto ricorrente è la circolazione del sangue nelle gambe, la Romana Poltrone gode di meccanismi per il sollevamento delle gambe e piedi con un elevazione maggiore rispetto al bacino, questo meccanismo è chiamato Gravità Zero, ed è stato concepito proprio per alleviare questo tipo di problema.

 

Funzioni e movimenti relax, poltrona uno o due motori?

Altro punto della scelta di una poltrona relax per anziani sono le funzioni e i movimenti, che con il loro moto, soave e silenzioso ci accompagnano in quelle che sono le nostre gesta quotidiane, difficoltose o meno.

  • A prima vista una persona che non è pratica di questi elementi d’arredo si trova in difficoltà perché non riesce a capire la differenza e crede che magari si tratti solo di una questione di potenza, ma che in realtà la differenza principale tra uno o due motori, sta nella possibilità di regolare in maniera totalmente indipendente lo schienale dal poggia piedi.
  • Poltrone relax un motore, hanno il classico movimento sincronizzato, che aziona prima il poggiapiedi, portandolo in posizione orizzontale, e poi reclina lo schienale, naturalmente il sistema lift alza persona è presente.
  • Quando il corpo è in assenza di peso prende naturalmente una posizione in cui la curva naturale della colonna vertebrale è rispettata, e le gambe si elevano leggermente al di sopra del cuore: questa è la cosiddetta posizione Gravità Zero, la tanto celebrata posizione raccomandata dai medici professionisti che garantisce un rilassamento totale e ottimale per tutto il corpo!

 

Optional

Roller system

Se abbiamo necessità di spostare la poltrona relax  da un ambiente all’altro della casa, magari con la persona seduta sopra, allora serve un sistema robusto e in grado di sopportare il peso dell’utente. Per questo motivo è stato studiato il “Roller System”, un sistema di sollevamento  su quattro ruote azionato con molta facilità da una leva a scomparsa posta nella parte bassa posteriore della poltrona.  In questo modo è possibile effettuare sempre degli spostamenti anche se la persona è invalida e comunque, grazie al meccanismo a scomparsa, non viene toccato il lato estetico che risulta sempre piacevole.

Kit batteria

Il Kit Batteria è un sistema ricaricabile che rende la poltrona autonoma, utile per chi ha la necessità di usare una poltrona relax alza persona lontano da una presa di corrente, tale kit riesce a superare l’ostacolo del cavo corrente che limita l’utilizzo e il posizionamento della poltrona relax
Il kit batteria ricaricabile dona alla poltrona autonomia di funzionamento e posizionamento.

Braccioli estraibili

I braccioli estraibili consentono di passare agevolmente dal letto alla poltrona e viceversa, o alla sedia a rotelle, e per consentire l’avvicinamento al tavolo. In molti casi vengono usati per poter rotolare la persona dalla poltrona al letto.

Tavolino servitore

Il tavolino è particolarmente indicato per chi ama leggere, scrivere e utilizzare dispositivi in tutta comodità, poter consumare pasti in tutta comodità.

Puoi vedere tutto il nostro catalogo cliccando Poltrone Relax per Anziani

 

 

 

Poltrona relax per disabili: quale scegliere

Poltrone relax per disabili

Tutte gli optional a vostra disposizione

 

Nella scelta di una poltrona relax per disabili vanno prese in considerazione accortezze in più rispetto alle normali richieste.

Il lavoro che noi eseguiamo è il seguente:

Valutare quali sono le problematiche ed esigenze del cliente per arrivare insieme a soluzioni che limitino o risolvano i deficit, migliorando le gesta quotidiane del disabile, e di chi lo assiste. Le modifiche che possono essere apportate su una poltrona relax per disabile sono varie, di seguito alcuni esempi:

  • Modifica delle dimensioni della seduta
  • Modifica delle dimensioni totali della poltrona
  • Scegliere il modello di bracciolo più adatto alle esigenze, con conseguente modifica delle dimensioni
  • Braccioli estraibili
  • Tavolino servitore
  • Possibilità di inserimento materassino anti decubito, con compressore o senza (A scomparsa)
  • Sistema di alza persona Lift, per aiutare sia la persona in difficoltà, e soprattutto chi assiste
  • Meccanica versione letto, con inclinazione dello schienale fino a 180°
  • Roller System, sistema di sollevamento su 4 ruote in grado di trasportare fino a 190 kg
  • Kit batteria, per garantire il totale funzionamento, anche in assenza di corrente

La poltrona viene realizzata in tempi che vanno dai 5 ai 10 giorni lavorativi prima di essere consegnata, anche in fase di consegna la cura nei dettagli fa la differenza, è per questo motivo che la Romana Poltrone non lascia nulla al caso, dalla consulenza nei punti vendita, dalla produzione sino alla consegna al cliente.

La qualità del lavoro che svolgiamo ci viene riconosciuta nel tempo dai nostri clienti.

 

 

 

 

Poltrona alzapersona: come funziona

POLTRONA ALZAPERSONA

Una funzione, semplifica la vita

 

La quotidianità impone a tutti noi una gran quantità di tempo da trascorrere stando seduti, che si tratti dell’automobile piuttosto che l’ufficio, ma anche ovviamente quando si sta in casa, e tutto ciò implica una possibilità molto alta di adottare posture sbagliate che possono avere serie ripercussioni sulla salute.

In questo senso, la scelta di una poltrona alzapersona rappresenta l’opzione ideale per mantenere una postura corretta ed avere una schiena in salute; inoltre, le poltrone relax alzapersona sono degli ottimi alleati in caso di difficoltà motorie, perché dotate di un meccanismo che aiuta il fruitore ad alzarsi senza sforzi, oppure a passare dalla poltrona al letto.

Le poltrone motorizzate automatiche sono realizzate con materiali di qualità, sono ergonomiche e completamente personalizzabili per meglio adattarsi al corpo dell’utilizzatore, andando a migliorare le problematiche legate a schiena, sistema circolatorio, cervicale e contratture, assicurando quindi benessere e relax.

Come funziona

La poltrona elettrica dovrà essere innanzitutto comoda e per esserlo davvero dovrà possedere una dimensione consona con la persona che la utilizzerà: la dimensione della profondità e l’altezza della seduta sono dunque fondamentali affinché la zona lombare della schiena sia perfettamente sostenuta dallo schienale senza che ci siano vuoti tra le parti.

Il funzionamento della poltrona relax è assicurato dalla presenza di un motore elettrico; le poltrone reclinabili possono avere 1 motore oppure 2 motori: la differenza principale risiede nella possibilità di regolare in modo indipendente lo schienale dal poggia piedi (le poltrone con 2 motori permettono di utilizzare poggia piedi e schienale in modo indipendente, mentre quelle con 1 motore hanno un movimento contemporaneo tra schienale e poggia piedi).

Entrambe le soluzioni, sia ad un motore che a due, includono il poggia piedi altezza cuore, meccanismo di ultima generazione dove il poggia piedi è in grado di portare gli arti ad un’altezza maggiore rispetto al bacino, aiutando le persone con problemi circolatori e migliorando di fatto il sistema linfatico; la posizione Zero Gravity, raccomandata dai medici, permette un rilassamento totale al corpo, e si verifica quando il corpo è in assenza di peso, prendendo naturalmente una posizione in cui la curva naturale della colonna vertebrale viene rispettata, con le gambe che si elevano leggermente al di sopra del cuore.

  • Poltrona con un motore – Il comando che attiva la poltrona elettrica è munito di 2 pulsanti, uno per la funzione reclinabile e l’altro per tornare in posizione base; il meccanismo ad un motore attiva contemporaneamente schienale e poggi piedi, avendo sempre una corrispondenza tra le due parti.
  • Poltrona con due motori – Sul comando sono presenti 4 pulsanti, 2 dedicati allo schienale e 2 al poggia piedi; questa soluzione permette l’alzata delle gambe senza che lo schienale si reclini, mantenendo quindi le gambe alzate e la schiena dritta, oppure le gambe alzate con lo schienale leggermente reclinato, il tutto a seconda delle diverse esigenze.

Optional

Le poltrone alzapersona prevedono una serie di strumenti opzionali, in grado di garantire una completa personalizzazione per rispondere alle più disparate esigenze:

  • Roller system – È un sistema di sollevamento su 4 ruote, azionabile tramite una leva a scomparsa situata nella parte posteriore della poltrona, utile per spostarla tra i diversi ambienti domestici.
  • Kit batteria – Si tratta di un sistema ricaricabile che rende la poltrona autonoma, utile per utilizzarla lontano da una presa di corrente, aggirando l’ostacolo del cavo di corrente.
  • Braccioli estraibili – Permettono il passaggio dalla poltrona al letto e viceversa, oppure alla sedia a rotelle, consentendo inoltre di avvicinare la poltrona al tavolo.
  • Tavolino servitore – Decisamente indicato per poter leggere, scrivere, utilizzare laptot e notebook, oppure per consumare i pasti in massima comodità.

 

 

 

Acquisto con Iva agevolata: come funziona

Avere difficoltà motorie può comportare gravi problemi che riguardano non solo la deambulazione, ma anche movimenti come il sedersi ed il rimettersi in piedi, per questo motivo è importantissimo poter aiutare in modo concreto le persone con certe problematiche: mezzi come una poltrona per disabili possono fare la differenza e lo Stato ne agevola l’acquisto attraverso una serie di agevolazioni fiscali.

La riduzione dell’Iva

La prima agevolazione per l’acquisto di una poltrona reclinabile per disabili riguarda la riduzione dell’IVA al 4% invece che al 22% ed è riservata soltanto a persone con handicap certificato: per ottenere l’incentivo bisognerà infatti fornire un documento che attesti la titolarità della Legge 104/92 da parte della persona disabile.

Sono beni soggetti ad Iva agevolata, ad esempio:

  • le protesi e gli ausili inerenti le menomazioni di tipo funzionale permanenti (compresi pannoloni per incontinenti, traverse, letti e materassi ortopedici antidecubito e terapeutici, cuscini jerico e cuscini antidecubito per sedie a rotelle o carrozzine eccetera);
  • le poltrone e i veicoli simili per invalidi, anche con motore o altro meccanismo di propulsione, compresi i servoscala e altri mezzi simili adatti al superamento di barriere architettoniche per soggetti con ridotte o impedite capacità motorie.
  • Gli apparecchi per facilitare l’audizione ai sordi e altri apparecchi da tenere in mano, da portare sulla persona o da inserire nell’organismo, per compensare una deficienza o una infermità;

La detrazione IRPEF del 19%

Un’altra agevolazione fiscale per poter acquistare una poltrona elettrica per disabili è la detrazione IRPEF del 19% in sede di dichiarazione dei redditi, visto che le poltrone per disabili rientrano nella definizione di Dispositivi Medici a marchio CE.

La detrazione sarà applicabile a partire da una franchigia minima di 129,11 euro, valida per tutti i tipi di spesa riguardanti le voci sanitarie, come appunto dispostivi per disabili piuttosto che farmaci di vario genere.

Per ottenere la detrazione fiscale bisognerà presentare la fattura che descriva il dispositivo medico in questione ed il soggetto che ha sostenuto la spesa, avendo cura di accertare che il dispositivo sia contrassegnato dal marchio CE nel rispetto nelle direttive europee.

Caratteristiche di una poltrona elettrica per disabili

Le poltrone motorizzate per disabili sono pensate e realizzate in base alle problematiche dei clienti, tenendo conto di tutte le limitazioni quotidiane che possono incontrare: la valutazione delle esigenze del cliente è un aspetto fondamentale, affinché si possa giungere a soluzioni in grado di migliorarne la vita nel quotidiano, andando di fatto a favorirne i movimenti e migliorando la postura della persona.

Le poltrone per disabili vengono quindi realizzata su misura, modificando di volta in volta la dimensione della seduta piuttosto che le dimensioni totali della poltrona, scegliendo il modello di bracciolo più adatto e funzionale.

La personalizzazione include inoltre una serie di strumenti opzionali studiati in base a specifiche necessità:

  • il roller system (un sistema di sollevamento su 4 ruote facilmente azionabile tramite una leva a scomparsa posta nella parte posteriore della poltrona, utile per spostare la poltrona relax da un ambiente all’altro);
  • il kit batteria (un sistema ricaricabile che rende la poltrona autonoma, utile per utilizzarla lontano da prese di corrente);
  • braccioli estraibili (consentono il passaggio dalla poltrona al letto e viceversa, permettendo inoltre l’avvicinamento al tavolo)
  • il tavolino servitore.

 

 

 

 

Poltrona relax come dispositivo medico: detrazioni

Parliamo spesso di dispositivi medici, da una parte si tratta di un settore specifico cui dedichiamo molta attenzione sia nella progettazione di poltrone adeguate alle esigenze di chi le utilizzerà sia nella ricerca di prodotti e soluzioni innovative per rendere le sedute comode e confortanti, dall’altra i dispositivi medici rappresentano una sezione molto importante del nostro catalogo.

Spesso ci vengono poste domande sui dispositivi medici, su quali sono le loro caratteristiche, sulle detrazioni cui si ha diritto nel caso di acquisto, e sugli oggetti che rientrano in questa ampia categoria.
Cerchiamo di dare qualche risposta.

Cos’è un dispositivo medico

Un dispositivo medico, per il settore che ci riguarda, è uno strumento che viene utilizzato con finalità terapeutiche e che viene disciplinato da norme specifiche che possono cambiare da paese a paese. In Italia il riferimento è il decreto legislativo 24 febbraio 1997, n. 46 (“Attuazione della direttiva 93/42/CEE, concernente i dispositivi medici”).
Nella maggior parte dei casi un dispositivo medico per funzionare necessita di energia. Per questo prima di essere commercializzato deve essere controllato e certificato e deve, soprattutto, provare la propria reale efficacia nel campo in cui verrà utilizzato. Appositi studi devono essere svolti per provare l’effettiva utilità di un dispositivo medico, non sono richiesti quando il dispositivo non introduce variazioni rispetto a tecnologie precedentemente autorizzate e sulle quali esiste già una letteratura scientifica che ne attesta l’utilità.

Poltrona alzapersona come dispositivo medico

Le poltrone alzapersona per le loro caratteristiche, cioè la presenza di motori lift interni che facilitano il sollevamento e accompagnano l’occupante nel passaggio dalla posizione seduta a quella eretta, sono riconosciute dal Ministero della Salute come Dispositivo Medico Classe 1, ai sensi del D. Lgs. 46/97. Questo riconoscimento garantisce:

  • la qualità dei materiali utilizzati per la realizzazione del prodotto;
  • la funzionalità della poltrona e dei suoi meccanismi;
  • un controllo scrupoloso in fase di produzione;
  • un numero identificativo per l’iscrizione al Registro del Ministero della Salute.

Nel caso di acquisto di una poltrona relax alzapersona iscritta al Registro del Ministero della Salute si ha diritto alla detrazione di imposta del 19% presentando tutta la documentazione necessaria contestualmente alla dichiarazione dei redditi.

Per qualsiasi altra informazione chiama subito il num. 06 58200552, ti forniremo una consulenza personalizzata e ti aiuteranno ad acquistare la poltrona più adatta alle tue esigenze.

 

 

 

 

Poltrona relax e circolazione sanguigna: quali benefici

Grazie alle innovative meccaniche di cui sono dotate le poltrone relax di ultima generazione é possibile sollevare piedi e gambe oltre il livello del bacino favorendo così una migliore circolazione del sangue delle gambe.

Il gonfiore alle gambe e alle caviglie può avere diverse origini, ma denominatore comune è sicuramente un problema di circolazione del sangue, per saperne di più vai sul sito  https://m.my-personaltrainer.it/salute/caviglie-gonfie.html

Lo stare troppo in piedi o seduti crea una stasi ematica che manda in tilt il sistema linfatico e il risultato è il gonfiore a gambe, caviglie e piedi .

Se può risultare difficile e in alcuni casi impossibile cambiare drasticamente le nostre abitudini per scongiurare le gambe gonfie, possiamo comunque adottare qualche piccolo accorgimento nella vita quotidiana di tutti i giorni per contrastare questi fastidi e tenere su di giri la circolazione venosa, scopri come cliccando qui

Se il nostro lavoro ci obbliga a stare molto tempo in piedi, è consigliato l’utilizzo delle calze elastiche contenitive.

L’utilizzo delle calze elastiche non ci fa guarire da insufficienza venosa o vene varicose, ma contribuisce a dare sollievo, ed è per questo che l’ideale è indossarle al mattino prima di alzarsi.

Se il nostro lavoro ci obbliga a passare molte ore seduti alla scrivania, è buona abitudine fare delle pause almeno ogni ora, alzarsi e camminare, per riattivare la circolazione e il sistema linfatico.

Fondamentale quando si trascorre molto tempo seduti è non schiacciare la cavità poplitea ossia la parte posteriore del ginocchio: il poggiare con peso su questa zona effettua una “strozzatura” della circolazione favorendo il rompersi di capillari, la comparsa di vene varicose e il gonfiore alle gambe. Un valido rimedio è utilizzare un piccolo rialzo da mettere sotto i piedi in modo tale da tenere la parte posteriore del ginocchio leggermente rialzata .

Queste di norma sono le piccole accortezze che possiamo mettere in pratica nella vita quotidiana lavorativa di tutti i giorni .
Ma una volta a casa?
Come possiamo dare sollievo alle nostre gambe ?

La prima cosa che ci viene in mente per goderci un po’ di meritato riposo a casa nostra, è sicuramente quella di accomodarci sul divano o in poltrona.
Ma siamo sicuri che siano comodi? E soprattutto sono di aiuto per le nostre gambe ?

Anche a casa, che optiamo per divano o poltrona il problema primario è sempre lo stesso, e le gambe ?
Se la seduta è troppo ampia, per poggiare la schiena avremo piedi a penzoloni, il che oltre a farci stare scomodi farà aumentare il gonfiore alle gambe, se invece la seduta è troppo stretta, andremo a caricare peso e quindi a favorire che la circolazione del sangue vada verso il basso e anche questo non sarà di sollievo .

La soluzione ?
Sicuramente gambe in alto, ma cerchiamo di metterci anche comodi!

Ed è qui che un validissimo aiuto, di cui non potrete più fare a meno è una poltrona relax adatta alle vostre esigenze .

Meccaniche e funzioni differenti, materiali e modelli differenti tra loro, non sempre rendono facile la scelta all’acquisto di una poltrona relax, per saperne di più visita la pagina Poltrone relax

Ma vediamo le caratteristiche specifiche per la problematica che abbiamo affrontato in questo articolo : il gonfiore agli arti inferiori .

Le poltrone relax si differenziano innanzitutto per i materiali con cui vengono realizzate che garantiscono traspirabilità e comfort .

La parte poggia gambe-polpaccio, risponde allo studio del riposo ottimale. È presente un’ imbottitura-cuscinetto ergonomica che mantiene un costante grado di rilassamento alle gambe, escludendo intorpidimenti, fastidiosi irrigidimenti, semplicemente non ostacolando la normale circolazione sanguigna.

Non solo, è possibile azionare il motore della pediera per portare la poltrona nella posizione zero gravity .
In questa posizione, la persona è pressochè orizzontale ed i piedi all’altezza del cuore. La circolazione è facilitata, si riduce la pressione sulle gambe come anche lo sforzo del cuore e la sensazione di sollievo è immediata così come notevole è l’effetto di rilassamento di tutto il corpo.

Che si scelga una poltrona a uno o due motori, il sollievo alle gambe è in ogni caso assicurato.

Scegliendo una poltrona ad un motore, avremo il movimento simultaneo del sollevarsi della pediera e quindi delle gambe con il reclinarsi dello schienale.

Con una poltrona a due motori, avremo il movimento indipendente della pediera e dello schienale, permettendo di sollevare le gambe e di regolare separatamente lo schienale a proprio piacimento per il massimo confort e relax.

La bella stagione é ormai arrivata e con se porta anche l’aumento di temperatura che va ad incidere sulla circolazione delle gambe, dandoci quella sgradevole e in alcuni casi dolorosa sensazione di pesantezza e di gonfiore. E se queste sono le conseguenze su un fisico “sano” non dimentichiamoci di chi abbiamo accanto che tanto giovane più non è.
È proprio in questa stagione che dobbiamo offrire il maggior confort possibile alle persone anziane di casa.
Farle bere tanto, non farle uscire nelle ore più calde e tenerle a riposo.

Soprattutto chi ha patologie che riguardano la circolazione venosa, in questi mesi caldi soffre maggiormente di gonfiore alle gambe, ed è per questo che utilizzare una poltrona relax alza persona per trascorrere le ore in casa può rivelarsi un valido aiuto non solo dal punto visto fisico, ma anche dal punto di vista psicologico: dando alle persone quel sollievo e quella autonomia che a causa di patologie e/o età non sono più quelle di una volta .

 

 

Dolori lombari e cervicali: quale poltrona scegliere e come alleviare i dolori

come sedersi correttamente su una poltrona

Mantenere una postura corretta è particolarmente difficile, soprattutto quando la vita quotidiana impone interminabili ore davanti ad un computer oppure in automobile: stando seduti per parecchio tempo, il rischio di soffrire di mal di schiena o di dolori al collo è molto alto, a causa di posizioni scorrette.

Per questo motivo, assume un’importanza cruciale il movimento: anche durante il lavoro bisognerà ricordarsi di camminare per qualche minuto, in modo tale da poter sgranchire le gambe e cambiare posizione; alzarsi spesso dalla sedia dovrà diventare una routine, ricordando inoltre di muovere il collo ed allungare le gambe; in questo senso è altresì fondamentale praticare costantemente attività fisica, per mantenere il corpo sempre attivo ed in salute: rafforzando i muscoli dorsali e addominali si avrà una sorta di “protezione” nei confronti delle tante ore di seduta.

Un ottima soluzione per evitare tutti i problemi legati ad un postura scorretta risiede nella scelta di una poltrona motorizzata, in grado di assicurare un seduta pressoché perfetta: le poltrone relax motorizzate sono infatti indicate per chi trascorrere molto tempo stando seduto, grazie alla speciale imbottitura dello schienale che permette una continua areazione del corpo e favorisce il giusto appoggio della schiena, consentendo al corpo l’assunzione di una corretta postura.

Le poltrone elettriche sono elementi imprescindibili per prevenire diverse patologie, quali mal di schiena, problemi al sistema circolatorio e contratture, realizzate su misura a seconda delle diverse esigenze delle persone e completamente ergonomiche per meglio adattarsi alla fisionomia del corpo umano, assicurandone il corretto funzionamento, il tutto nel massimo comfort.

Come sedersi correttamente su una poltrona reclinabile elettrica

Possedere una poltrona relax non basta: sarà necessario adottare una serie di accorgimenti quando la si utilizza, imparando quindi a stare seduti nel modo corretto.

Ecco di seguito una serie di regole basilari da rispettare:

  • Il bacino dovrà essere perfettamente aderente allo schienale
  • La parte lombare invece dovrà avere un piccolo stacco rispetto allo schienale, in modo da poter mantenere la curvatura fisiologica della schiena: in questo senso potrà essere utile l’utilizzo di un cuscino dietro la curvatura lombare.
  • Il dorso dovrà essere in contatto con lo schienale.
  • La testa ed il collo dovranno rimanere dritti, in linea con la colonna vertebrale, possibilmente appoggiati ad un sostegno per garantire un rilassamento generale della muscolatura, evitando così l’insorgere di fastidiose contratture.
  • Le cosce dovranno essere perpendicolari alla schiena, disegnando insieme alla stessa un angolo retto di 110 gradi.
  • Le gambe potranno seguire la posizione seduta, oppure essere sollevate.

È necessario tenere a mente che stare seduti per lungo tempo in una posizione non corretta può generare seri problemi, specialmente nelle persone anziane, ma oggi fortunatamente esistono in commercio tante tipologie diverse di poltrone relax per anziani che possono adattarsi perfettamente alle loro esigenze.

Cart