C.ne Gianicolense 130/E (Roma)  –  Viale Somalia 40 (Roma) – Tel. 06/58200552

Blog

benessere ufficio
Novembre 27, 2022

Come migliorare il benessere in ufficio

Migliorare il benessere delle persone che lavorano in un ufficio significa valorizzare la componetene umana dell’azienda, rendendola non solo più felice ma anche più produttiva.

Qualsiasi realtà imprenditoriale dovrebbe partire dall’organizzazione e dalla progettazione degli ambienti riservati ai dipendenti: si tratta di una strada che conduce al successo ed al prestigio dell’azienda.

Come spesso accade, il mondo anglosassone fornisce due termini per definire quanto finora espresso: wellness e well-being.

Con wellness si intendono abitudini e comportamenti che possono incidere in modo positivo sulla condizione fisica di una persona: arredamento ergonomico e benefit aziendali (abbonamento in palestra, convezioni sanitarie).

Il termine well-being riguarda invece la parte mentale: l’obiettivo è la creazione di un ambiente in grado di incentivare il benessere psicologico e mentale tramite una corretta gestione dello spazio ed una buona organizzazione dei compiti aziendali.

La scelta dell’arredamento ed una buona progettazione degli spazi possono incrementare la soddisfazione e la produttività dei dipendenti, che inizieranno ad avere comportamenti più salutari.

Come si crea un ufficio in grado di aumentare il benessere di chi ci lavora?

Innanzitutto, bisogna scegliere arredi comodi ed ergonomici, come una poltrona relax: le poltrone motorizzate garantiscono infatti una postura corretta, sono ergonomiche ed in grado di adattarsi perfettamente al corpo umano, utilizzano delle imbottiture speciali per lo schienale, permettono di appoggiare la schiena nel modo più adeguato ed assicurano comfort e benessere.

In secondo luogo, sarà necessario personalizzare le postazioni di lavoro in base al reparto di riferimento, adottando tutte le strategie per mettere il dipendente nelle migliori condizioni possibili: dalla seduta alla scrivania, tutti gli elementi dovranno rispettare le esigenze del lavoratore, sia in termini pratici che estetici (ad esempio, il monitor del PC dovrà essere posizionato in modo corretto, di fronte alla persona, ad una distanza di almeno 60 centimetri, il monitor non dovrà presentare riflessi e per questo le luci e le finestre dovrebbero esser poste lateralmente rispetto al PC).

Un altro elemento importante riguarda la creazione di aree di aggregazione, le cosiddette third place: si tratta di zone “neutre”, in cui i dipendenti potranno ritrovarsi per discutere, rilassarsi e trascorrere del tempo sentendosi a loro agio (area relax, sala riunioni).

Infine, per completare al meglio un progetto volto al benessere dei dipendenti, bisognerà curare l’illuminazione (cercando il più possibile di sfruttare la luce naturale), selezionare accuratamente i colori di pareti e arredi (si tratta della cosiddetta cromoterapia, un’antica tecnica terapeutica che si basa sull’utilizzo dei colori per aiutare il corpo e la mente a ritrovare un certo equilibrio:

  • il rosso indica energie e vitalità,
  • il marrone evoca stabilità,
  • l’arancione stimola la creatività,
  • il giallo favorisce sia l’attenzione che l’apprendimento,
  • il verde è propedeutico al rilassamento,
  • il viola stimola l’ispirazione,
  • l’azzurro dona un senso di pace e serenità

ed inserire elementi naturali ed artistici (piante, fiori, quadri, stampe e fotografie possono favorire il rilassamento ed aumentare la creatività, rendendo il posto di lavoro un luogo non solo più familiare e confortevole, ma ance unico ed originale).

 

Consigli, Salute e Benessere , ,
About Romana Poltrone
Cart