C.ne Gianicolense 130/E (Roma) – Tel. 06/58200552

Viale Somalia 40 (Roma) – Tel. 06/64815721

Blog

Settembre 1, 2020

Poltrone motorizzate: come rimuovere le macchie

Le poltrone motorizzate sono tra gli elementi d’arredo più importanti della casa e per durare nel tempo hanno bisogno di cure e attenzioni: in questo articolo vedremo una serie di accorgimenti per pulire i tessuti che rivestono una poltrona automatica.

La pulizia ordinaria di una poltrona relax, riguardante la polvere che quotidianamente si accumula sul rivestimento, potrà essere sbrigata con l’utilizzo di una spazzola se il tessuto è in cotone, mentre per la pelle si dovrà optare per un panno inumidito con un po’ d’acqua.

La pulizia straordinaria richiederà invece accortezze diverse per non rischiare di rovinare il tessuto macchiato.

La pulizia dei tessuti

L’aspetto fondamentale nel trattamento delle macchie è il tempismo: nel momento in cui la vostra poltrona elettrica reclinabile dovesse macchiarsi, bisognerà agire tempestivamente con un pre-trattamento utilizzando il sapone di Marsiglia, lasciando agire per qualche ora prima di effettuare il lavaggio vero e proprio.

Per trattare le macchie sarà necessario utilizzare l’acqua fredda, soprattutto quando l’origine della sporcizia sia sconosciuta, visto che l’acqua calda potrebbe fissare nel tessuto le macchie di origine proteica (uova, latte, sangue); l’acqua calda è indicata per le chiazze più grasse, come burro e maionese.

Gli strumenti necessari per la pulizia di una poltrona relax elettrica possono spaziare tra detergenti e smacchiatori di vario genere, ma risulteranno utili anche semplici ingredienti che tutti abbiamo in casa, come sale, ghiaccio, aceto e succo di limone: vedremo ora in dettaglio come comportarsi a seconda della tipologia di macchia con la quale dovremo confrontarci:

Vino 

Acqua frizzante per tamponare il danno appena provocato, sale fino per coprirla quando invece si sia già asciugata; se il tessuto è in cotone, la scelta migliore sarà tamponare con del succo di limone per poi procedere con il lavaggio finale.

Caffè

Se il danno è fresco, potremo utilizzare un panno oppure un tovagliolo per rimuovere la maggior parte del liquido, evitando di strofinare troppo a fondo; se il tessuto è in cotone, si potrà utilizzare dell’aceto oppure del sale misto a succo di limone, lasciando agire per un’ora prima del lavaggio vero e proprio.

Unto 

Per le macchie di olio e burro tornerà utile il borotalco, adatto a qualsiasi tipo di tessuto: in caso di macchia fresca, tamponare con della carta assorbente e poi utilizzare il talco, lasciandolo agire per una decina di ore. Vietato strofinare con eccessivo vigore, perché la macchia andrebbe a penetrare in profondità il tessuto.

Cioccolato

Con il cioccolato si potrà inizialmente utilizzare un cubetto di ghiaccio, per poi passare a del detersivo per piatti.

Ketchup e maionese 

Per rimuovere queste sostanze basterà utilizzare del detersivo liquido in fase di prelavaggio, strofinando leggermente e lasciando agire.

Inchiostro 

L’inchiostro, essendo particolarmente difficile da rimuovere, andrà trattato immediatamente cospargendolo con succo di limone e sale, lasciando assorbire i prodotti per poi risciacquare.

L’ultimo consiglio che sentiamo di darvi è quello di testare qualsiasi prodotto o rimedio in punti poco visibili, soprattutto se è la prima volta che utilizzate un determinato metodo smacchiante, per verificarne l’efficienza e poi eventualmente procedere sull’intera superficie coinvolta.

 

Consigli
About Romana Poltrone
Cart