C.ne Gianicolense 130/E (Roma) – Tel. 06/58200552

Viale Somalia 40 (Roma) – Tel. 06/64815721

Blog

Agosto 8, 2021

Come acquistare la migliore poltrona relax, e quali aspetti considerare

Per realizzare un acquisto “intelligente” bisogna soddisfare alcuni requisiti: partire da una base di necessità, ed avere quindi uno scopo ben preciso, in modo tale da non gettar via soldi frettolosamente. Fissato l’oggetto dei desideri, in modo più che ponderato, bisognerà passare ai dettagli, per soddisfare le personalissime e quasi uniche esigenze.

Se state cercando una poltrona relax, perché avete sentito o letto della bontà di tali strumenti (le poltrone relax offrono comfort, relax e benefici per la salute: permettono una postura corretta, a beneficio di schiena, collo e spalle, migliorano la circolazione e la salute degli arti inferiori, sono l’ideale per anziani e disabili), vorrete sicuramente avere qualche informazione in più. Infatti, le poltrone relax offrono un’esperienza completamente personalizzabile, in termini di modelli ed optional a disposizione.

Cosa c’è da sapere

Le poltrone motorizzate possiedono caratteristiche diverse, qui riassunte:

  1. Dimensione della seduta – Per essere davvero comoda, una poltrona relax dovrà possedere una dimensione consona con la persona che la andrà ad utilizzare, intesa come dimensione della profondità ed altezza della seduta: la regola fondamentale riguarda la zona lombare della schiena, che dovrà essere perfettamente sostenuta dallo schienale senza lasciare vuoti tra le parti, assicurando una postura corretta della schiena.
  2. Tessuti – Esistono diversi tessuti con cui realizzare una poltrona relax, ognuno con determinate caratteristiche: i tessuti anti macchia o idrorepellenti (qualsiasi liquido che dovesse entrare in contatto con la superficie della poltrona non penetrerà all’interno, scivolando via, lasciando un alone facilmente rimovibile piuttosto che una macchia), tessuti in cotone, microfibra, vera e similpelle.
  3. La parte elettronica – Un ulteriore criterio riguarda le funzioni ed i movimenti della poltrona. Si può scegliere una poltrona reclinabile ad un 1 motore oppure a 2 motori: la differenza principale risiede nella possibilità di regolare in modo indipendente lo schienale dal poggiapiedi (le poltrone con 2 motori permettono di utilizzare poggiapiedi e schienale in modo indipendente, mentre quelle con 1 motore hanno un movimento contemporaneo tra schienale e poggia piedi).
  4. Gli optional – Sono poi presenti una serie di strumenti opzionali, che permettono la completa personalizzazione della propria poltrona: il roller system (un sistema di sollevamento su 4 ruote facilmente azionabile tramite una leva a scomparsa posta nella parte posteriore della poltrona, utile per spostare la poltrona relax da un ambiente all’altro, anche se la persona è invalida), il kit batteria (un sistema ricaricabile che rende la poltrona autonoma, utile per utilizzarla lontano da una prese di corrente), i braccioli estraibili (consentono il passaggio dalla poltrona al letto e viceversa, permettendo inoltre l’avvicinamento al tavolo ) ed il tavolino servitore (particolarmente indicato per leggere, scrivere ed utilizzare un PC portatile).

Un valido aiuto

In caso di persone anziane, disabili o con problemi motori non permanenti, la poltrona relax può includere l’alzata assistita, anche detta sistema alzapersona o sistema lift. Questo dispositivo offre un grande aiuto sia per alzarsi che per sedersi, ponendo ogni volta la poltrona nella posizione adeguata in base all’azione che si andrà a compiere.

Il sistema di alzata assistita permette di non piegare le ginocchia. Infatti, in fase di seduta, la poltrona verrà sollevata inizialmente senza la persona seduta sopra, e chi dovrà sedersi troverà il sedile più vicino ai glutei, limitando il piegamento delle ginocchia; mentre in fase di alzata, la persona si ritroverà praticamente in piedi grazie all’alzapersona, senza compiere sforzi.

 

Consigli
About Romana Poltrone
Cart