C.ne Gianicolense 130/E (Roma)  –  Viale Somalia 40 (Roma) – Tel. 06/58200552

Blog

Marzo 16, 2022

Le cose da fare e da non fare per un pisolino perfetto

Un pisolino è un breve periodo di sonno diurno, sufficiente per rigenerarti quando ti senti esausto. Dormire o anche riposare per un breve periodo quando ti senti stanco a metà giornata ti renderà più paziente, riduce lo stress, aumenta l’efficienza e migliora la tua salute generale.

I pisolini sono però pensati per essere brevi, è necessario quindi svegliarsi prima di entrare nella fase di sonno profondo. Il nostro sonno infatti è diviso in quattro fasi, comprese le prime tre fasi del sonno di tipo NREM e l’ultima fase del sonno REM (Rapid Eye Movement). Passiamo attraverso tutte e quattro le fasi del sonno NREM e REM in ogni ciclo del sonno. Ogni ciclo del sonno dura circa 90 minuti.

Durante il sonno notturno, abbiamo bisogno di attraversare dai quattro ai sei cicli di sonno per sentirci abbastanza riposati, ma un pisolino è limitato alle prime due fasi del sonno nel primo ciclo. Se scivoli nella terza fase del sonno, entri nelle fasi più profonde del sonno. Svegliarsi in questa fase ti rende intontito e disorientato, quindi i sonnellini brevi sono l’ideale.

Ecco alcune semplici regole per aiutarti a fare un pisolino in modo efficace

Il pisolino non è solo per i bambini, alcuni studi infatti dimostrano che il pisolino pomeridiano è ottimo anche per gli adulti.

Se sentite il bisogno di appoggiarvi un attimo sulla vostra poltrona relax o sul divano, non pensate di essere diventati pigri, un breve pisolino a metà pomeriggio può aumentare la memoria, migliorare le prestazioni lavorative, migliorare l’umore, rendervi più vigili e alleviare lo stress.

Ma abbiamo tutti familiarità con quell’orribile sensazione di intontimento dopo il risveglio da un pisolino, è importante pertanto concedersi una pausa ma utilizzando la tecnica giusta.

Calcola la durata del pisolino

Invece di addormentarti e sperare per il meglio, dovresti ù programmarlo, è consigliabile infatti non dormire mai per più di mezz’ora, a meno che non tu non abbia almeno 90 minuti di pausa per riprendervi.

Impostando una sveglia da 15 a 20 minuti, raccoglierai i benefici e ti sveglierai con più energia per completare la tua giornata di lavoro.

Se hai abbastanza tempo per completare un ciclo di sonno completo, imposta una sveglia dopo 90 minuti.

Pianifica il tuo pisolino tra le 13:00 e le 15:00

Pianifica il tuo riposino dopo pranzo tra le 13:00 e le 15:00 perché svegliarti dopo le 15:00 può disturbare il sonno notturno. È normale che la maggior parte delle persone si possa sentire stanca e assonnata 7 o 8 ore dopo il risveglio o dopo aver mangiato.

Trova il posto giusto per fare un pisolino

Se lavori da casa, è facile. Scegli un posto comodo, la tua poltrona relax reclinabile sarà perfetta, anche per quel che riguarda la posizione che andrai ad assumere, potrai reclinarla, ma non troppo, onde evitare anche qualche fastidio allo stomaco; infatti fare un pisolino subito dopo pranzo potrebbe creare dei problemi alla digestione.

Se lavori in ufficio, molte aziende stanno riconoscendo l’importanza dei pisolini, quindi hanno introdotto delle stanze ad hoc nei loro uffici. I dipendenti possono fare un breve pisolino e riprendere il lavoro con maggiore efficienza. Se il tuo ufficio non ha uno spazio dedicato per un pisolino, considera di fare un pisolino in macchina.

Evita le distrazioni

Usa le cuffie e le maschere per gli occhi per il rumore e la luce. Evita qualsiasi distrazione durante un pisolino perché hai solo 15-20 minuti per sfruttare al meglio questo momento di pausa. Le distrazioni durante questo periodo ritarderanno l’inizio del sonno, facendoti tornare al lavoro in ritardo. Un pisolino ritardato può anche influenzare il tuo sonno notturno, fondamentale per la tua salute generale.

Leggi anche:

Qual è la durata perfetta per la pennichella dopo pranzo?

Foto di George Milton da Pexels

Consigli
About Romana Poltrone
Cart