C.ne Gianicolense 130/E (Roma)  –  Viale Somalia 40 (Roma) – Tel. 06/58200552

Blog

Giugno 22, 2022

Siete già stanchi al risveglio? Ecco i possibili motivi

Quante volte vi sarà capitato di svegliarvi dopo una notte di sonno, e di sentirvi stanchi.

Non è raro svegliarsi un po’ intontiti, ma niente che non si possa risolvere con una tazza di tè, una bella colazione e una doccia rigenerante.

Ma se vi svegliate regolarmente stanchi, e soprattutto se continuate a sentirvi stanchi e affaticati per tutta la giornata, potrebbe esserci sotto qualcos’altro.

Ecco alcune delle cause più comuni per chi si sveglia stanco al mattino.

L’inerzia del sonno

È probabile che l’intontimento mattutino sia solo l’inerzia del sonno, che è una parte normale del processo di veglia. Il cervello in genere non si sveglia all’istante, al suonar della sveglia. Passa gradualmente a uno stato di veglia.

Durante questo periodo di transizione, potreste sentirvi intontiti o disorientati. L’inerzia del sonno rallenta le capacità motorie e cognitive, motivo per cui a volte sembra impossibile fare qualcosa subito dopo il risveglio.

L’inerzia del sonno può durare da pochi minuti a più di un’ora, anche se in genere migliora dopo 15 minuti dal risveglio.

È più probabile che si manifestino sintomi di inerzia del sonno quando:

  • non avete dormito abbastanza
  • venite svegliati, o vi svegliate bruscamente da un sonno profondo
  • impostate la sveglia prima del solito

L’inerzia del sonno può anche peggiorare se soffrite di insonnia, se lavorate su turni e se soffrite di apnea notturna.

Cosa potete fare in merito? L’inerzia del sonno è una parte naturale del risveglio, ma potete limitarne gli effetti:

  • dormendo regolarmente una notte intera
  • limitando i sonnellini a meno di 30 minuti
  • bevendo caffè o un’altra bevanda contenente caffeina quando ti alzi

Se i sintomi persistono, visitate il vostro medico di base.

Esposizione alla luce blu

Durante le ore diurne la luce blu può aiutarvi a mantenere la lucidità e la vigilanza, ma non volete che questo accada prima di andare a dormire vero

La luce blu, più di altri tipi di luce, sopprime la secrezione di melatonina, un ormone che aiuta a regolare il ritmo circadiano del corpo, che è il vostro ciclo sonno-veglia. Questo rende più difficile un sonno di buona qualità, il che può farvi sentire stanchi la mattina successiva.

Cosa potete fare:

Per ridurre l’impatto della luce blu sul sonno:

  • Evitate l’uso di telefonini o tablet almeno due ore prima di andare a letto
  • Usate luci rosse soffuse di notte
  • Esponetevi alla luce del sole di giorno

Problemi di temperatura

Una camera da letto troppo fredda, o al contrario una camera da letto troppo calda può creare problemi al vostro riposo.

Secondo la Cleaveland Clinic, per un sonno confortevole sarebbe preferibile una stanza fresca.

Cosa potete fare:

  • indossare calzini a letto o mettere una borsa dell’acqua calda vicino ai piedi
  • scegliere indumenti da notte e biancheria da letto appropriati al clima locale

Bevete troppa caffeina

La caffeina è uno stimolante naturale, ma assumerne troppa durante il giorno può:

  • rendere più difficile addormentarsi
  • rendere più difficile un sonno continuo
  • aumentare il numero di volte in bagno durante la notte

Caffè, cioccolato e alcuni tè e bibite contengono tutti caffeina. La caffeina può essere trovata anche in alcuni farmaci, inclusi alcuni farmaci antidolorifici da prescrizione e da banco.

Cosa potete fare

Per evitare che la caffeina interferisca con il sonno:

  • Evitate di assumere caffeina da tre a sette ore prima di coricarvi
  • Limitate l’assunzione di caffè o altre bevande contenenti caffeina a una o due porzioni al giorno.
  • Controllare i farmaci che assumete.

Svegliarsi stanchi può spesso essere risolto apportando alcune modifiche alle abitudini del sonno e riducendo l’assunzione di caffeina o alcol.

Ricordatevi poi di rilassarvi prima di andare a dormire, lo stress e l’ansia sono nemici della qualità del sonno, e per contrastarli bisognerà cercare di ritagliarsi dei momenti di relax, anche all’interno della giornata lavorativa se ci riuscite: in questo senso, l’utilizzo di una poltrona reclinabile può regalare quella pausa in grado di alleggerire le tensioni: una poltrona alzapersona elettrica è l’ideale per riposare, leggere e guardare la TV, il tutto nel massimo comfort.

Una poltrona relax realizzata su misura, in grado di adattarsi alle esigenze della singola persona, contribuirà in modo sostanziale al benessere generale, assicurando una corretta postura: per migliorare le problematiche legate a schiena, cervicale, contratture e cervicale, mantenere la schiena dritta ed il collo adeguatamente sostenuto sono aspetti fondamentali.

Un buon relax è l’anticamera di un sonno di qualità e non bisogna sottovalutarne l’importanza.

Avere come supporto un dispositivo comodo, di qualità e adatto alle nostre esigenze è il primo alleato per un sonno ristoratore.

Leggi anche

7 tipologie di riposo di cui abbiamo bisogno per dare sempre il meglio

Consigli ,
About Romana Poltrone

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cart